• SIDDHARTA

Virginia Satir e la Scultura Familiare

Le Origini delle Costellazioni Familiari

“Voglio poterti amare senza aggrapparmi,

apprezzarti senza giudicarti,

invitarti senza insistere,

lasciarti senza senso di colpa,

criticarti senza biasimarti,

aiutarti senza umiliarti;

se vuoi concedermi la stessa cosa,

allora potremo veramente incontrarci

e aiutarci reciprocamente a crescere.”


“Abbiamo bisogno di 4 abbracci al giorno per sopravvivere,

di 8 abbracci al giorno per sostenerci,

di 12 abbracci al giorno per crescere…”


Virginia Satir e la Scultura Familiare


All’interno del vasto mondo della terapia sistemico-familiare Bert Hellinger incontrò anche l’approccio della Scultura Familiare, introdotta a partire dalla fine degli anni ’60 da Virginia Satir e in seguito perfezionata dai coniugi Duhl e David Kantor (presso il Boston Family Institute).



Virginia Satir, assistente sociale, psicoterapeuta e scrittrice, ha rivolto gran parte delle sue energie alla terapia familiare.


La Satir imparò a leggere a tre anni, e a nove aveva già letto tutti i libri della piccola biblioteca scolastica.


A cinque anni decise che da grande sarebbe diventata una "detective per bambini che indagava sui genitori" (a children's detective on parents).


Più tardi spiegherà che "non sapeva di preciso che cosa avrebbe cercato, ma aveva capito che c'erano molte cose che accadevano nelle famiglie che non erano visibili".


Nel 1959 fondò con Don Jackson, Jules Runkin e Gregory Bateson il Mental Research Institute (MRI) a Palo Alto, una delle scuole di psicoterapia più prestigiose degli Stati Uniti, dove fu ideato l’approccio sistemico.


Qui fu direttrice della scuola di formazione e prese parte alla creazione del primo programma formale di terapia familiare.


Il lavoro della Satir era tutto orientato dall'obiettivo di "Diventare Persone Più Complete" (Becoming More Fully Human).


"La famiglie è un microcosmo. Sapendo come curare la famiglia, so come curare tutto il mondo".


Con questa filosofia ha formato gruppi di apprendimento nel Modello Satir nel Medio Oriente, in Europa, in America Latina, America Centrale e Russia.


Le sue numerose fondazioni (Avanta Network, Institute for International Connections e International Human Learning Resources Network) insegnano alle persone come entrare in contatto tra loro ed estendere queste connessioni.


Il suo impatto sul mondo si può riassumere nel suo motto: "peace within, peace between, peace among" (pace dentro di sè, pace tra due persone, pace in un gruppo di persone).


La Scultura Familiare



Attingendo alle tecniche dello #Psicodramma, la #SculturaFamiliare si configura come terapia della famiglia che prende coscienza di sé:  viene chiesto ai membri della famiglia di costruire una rappresentazione utilizzando se stessi come attori, e lasciarsi poi muovere dalla sensazione e dall’emozione che la posizione raggiunta permette di provare.


La Scultura di fatto ha poco di statico, in quanto i membri della famiglia possono interagire tra di loro, esprimere attraverso dei gesti le loro emozioni, vengono esortati ad analizzare le dinamiche di potere e gerarchia che emergono dall’interazione.


La tecnica della Scultura Familiare viene utilizzata anche per ricostruire il sistema familiare su più generazioni, così come trova un’efficace variante nella creazione della Famiglia Simulata, che sul modello del #GiocodiRuolo psicodrammatico, incentiva l’espressione delle emozioni non proprie, ma della persona che si sta interpretando:


[...] lo scolpire è un gioco terapeutico fondato su un confronto delle forme pseudostatiche e dinamiche degli atteggiamenti e dei comportamenti; i membri di una famiglia sono rappresentati e modellati con il loro corpo nel corso della seduta in posizioni che simbolizzano le loro modalità di relazione così come sono percepite da uno o più membri della famiglia. Grazie a questo processo di scultura, gli avvenimenti e gli atteggiamenti passati, e il modo in cui questi influiscono sul presente, possono essere percepiti e sperimentati. La scultura familiare suscita inevitabilmente nuovi significati ed una nuova immagine delle relazioni familiari, riproducendo queste in un modo che non potrebbe mai essere realizzato dalla semplice espressione verbale (Duhl e Kantor, 1973).



Nella sua realizzazione pratica, in una sessione di Scultura Familiare c’è solitamente una prima fase statica durante la quale lo “scultore” (cioè il membro della famiglia incaricato) esegue la sua rappresentazione.


A questa segue la fase di analisi da parte del conduttore, che descrive e riassume a parole quanto lo scultore ha rappresentato, evidenziandone gli aspetti significativi.


Infine in una terza fase lo scultore rimette mano alla sua opera e apporta le modifiche frutto delle nuove consapevolezze maturate.


Altri autori che in seguito useranno la Scultura Familiare sottolineano maggiormente l’aspetto artistico, considerandolo un tableau vivant nel vero senso della parola!  Secondo Paggy Papp del Nathan Ackerman Institute di New York (1973), la scultura della famiglia può essere considerata:



[...] una forma d’arte terapeutica in cui ogni membro della famiglia, invitato dal terapeuta, modella gli altri membri in una figura che simboleggia fisicamente le loro reciproche relazioni emotive. Ogni persona crea un ritratto mettendo insieme i membri in termini di postura e le relazioni spaziali che rappresentano l’azione e sentimento.(Papp P., 1976)1.


  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

Contattaci

STUDIO E CONSULENZE

Per avere informazioni su prenotazioni di sedute individuali, familiari o di coppia contattare anche tramite whats app il:

393/5662114 oppure 320/4825681

oppure scrivere all'indirizzo e-mail:

studiospecialisticosiddharta@gmail.com

FORMAZIONE PROFESSIONALE

Per informazioni in merito ai percorsi formativi professionali proposti dall'Università UPUSOS contattare il:

393/5662114

oppure scrivere all'indirizzo e-mail:

upsuosformazione@gmail.com

CORSI YOGA - TAI CHI QI GONG - MINDFULNESS

Per informazioni in merito alle discipline pratiche

proposte contattare il:

329/7226817

oppure scrivere all'indirizzo e-mail:

siddhartacentroyoga@gmail.com

Via Vito Manchisi 20, Conversano (BA) 70014

Si riceve su appuntamento

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
U.P.S.U.O.S. Università Popolare ed Ente di Formazione Professionale C.F. 93478790723
CENTRO SIDDHARTA A.S.D. C.F. 93508620726
Attività professionale di cui la Legge 14 gennaio 2013, N° 4

Informativa sulla Privacy:

Il nostro sito non esamina i Cookie e non interagisce in alcun modo con i dati dei vostri PC.

©  Copyright 2020   Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, n°4